Easy Translate

martedì 21 marzo 2017

Perchè Abaya and Heels...

... e perchè, forse, sarebbe ora di cambiare nome!



 Tutto iniziò nel 2013 quando venimmo trasferiti per lavoro in Arabia Saudita. Non era il mio primo espatrio, venivo gia da anni in Serbia, Romania, Bulgaria e Parma (hahhaha ok dai io sono sarda, è estero lo stesso no?!). Insomma, non so perchè, ma mi venne in mente di aprire un blog sulla mia vita li, in quel paese strano e cosi diverso dal solito e di cui poco si sapeva.

Geniale idea la mia, aprire un blog in un posto dove tutto è controllato e secondo cosa dici ti vengono a prendere a casa! Non contenta, ci metto nel nome proprio un elemento significativo e rappresentante della mia vita li: l'abaya.



L'abaya è l'abito (generalmente nero), lungo e ampio che le donne devono indossare in pubblico. Non è obbligatorio come si dice, è necessario se non si usano vestiti ampli che non diano risalto alle forme, quindi diciamo che è altamente consigliato!

Da subito ne sono diventata fan perchè volete mettere la comodità di non dover pensare al mattino che mettersi? Pijiama e via, tanto sopra avevi l'abaya! (Scherzo eh, ma insomma, cosa non si fa per non impazzire eh).

Heels invece? Perchè da sempre sono amante delle scarpe, scarpe alte e scomode e inutilizzabili con i tacchi. Le adoro. Le uso. Sto male ma ci cammino. Sono pazza. Ma credo di essere in buona compagnia!

Quindi decisi di aprire un blog con un nome che in quel momento mi rappresentava a pieno. Abaya dato dal paese che mi ospitava e Heels perchè mai avrei rinunciato alla mia femminilità nonostante il sacco nero che mi copriva.

Ma adesso sono andata via. Sono già più di due anni che non indosso l'abaya, almeno fisicamente. Mentalmente vi posso assicurare che ci è voluto tanto tempo prima di riuscire a mettere una gonna corta, una maglietta sbracciata, un vestitino attilato. E'una cosa che ti segna veramente, l'ho capito una volta andata via dall'Arabia e aver parlato con amiche che hanno vissuto lo stesso "cultural shock".
Sono in Peru adesso. Niente abaya e pochi tacchi visto che la città non è così posh come Riyadh (ho anche smesso di lavorare quindi il mio abbigliamento è leggermente diverso!).

Quindi? Che fare? Cambiare nome al blog? Lasciarmi dietro la mia vecchia vita? E che nome darmi? Niente di legato al Peru, visto che sono sicura che metto tipo : "Di lama a Lima e altre follie" e ci trasferiscono nel Polo Nord.
Non lo so. Ci penso da un pò ma sono affezionata al nome e alla mia vita precedente.

Aiutatemi a decidere :)



8 commenti :

  1. A me piace questo nome che comunque fa parte della tua, non cambiarlo!!@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Uff avevo sto dubbio ma in effetti gli voglio bene a sto nome 😜

      Elimina
  2. a me piace amica!ormai ti conosciamo così....cioè ti io ti conosco anche con un nome che uso solo io ma in digitale mi vai bene cosi!

    RispondiElimina
  3. Ciao!! A me piace questo nome, è affascinante ed esotico, proprio come te! E adesso che so cosa significa mi piace ancora di più! Sei una forza della natura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie tesoro ❤ io ti aspetto sempre nella terra dei Lama eh!

      Elimina
  4. Noooo e perché mai dovresti cambiarlo? Ormai ti caratterizza! Che alla fine uno l abaya se la porta sempre dietro. Mi ha fatto morire il pezzo delle scarpe col tacco: le metto, ci sto male, ma le porto lo stesso😂 sei proprio pazza, mi fai troppo ridere! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! So pure svenuta per colpa delle Loubotin ma questo ve lo racconto in un'altra storia 😂

      Elimina